Alcazar di Siviglia

Il Real Alcazar di Siviglia è sempre stata una delle grandi attrazioni della città. Con 14000 m2 di superficie costruita e 7000 m2 di giardini, la sua bellezza, armonia e angoli infiniti rendono la tua visita un must a Siviglia.

Recentemente ha guadagnato ancora più importanza, grazie alle riprese di alcune scene della serie Game of Thrones. Con ciò, la sua visibilità globale ha vinto tutto. Altre opere come Lawrence d’Arabia o The Kingdom of Heaven aiutarono anche la proiezione internazionale dello spazio. Dal 1987 l’ambiente della Cattedrale, l’Archivio delle Indie e l’Alcázar è stato Patrimonio dell’Umanità.

Alcazar di Siviglia: origini

Questa zona della città è stata la chiave della storia. Nello stesso ambiente troviamo gli edifici principali dei grandi momenti di Siviglia : la Cattedrale, l’Archivo de Indias, il Palacio Arzobispal e, naturalmente, l’Alcázar. Prima della fortezza che troviamo oggi ci sono resti della Siviglia romana. Anche la prova di un’acropoli, una basilica, edifici visigoti e persino un castello arabo.

La sua posizione è ideale, poiché è molto vicino al fiume. Questa enclave privilegiata ha facilitato per secoli l’accesso di merci e trasporti dal Guadalquivir. Dobbiamo risalire al IX secolo per trovare la prima cittadella che occupava lo spazio. Già nel XII secolo gli Almohadi avevano trasformato l’ambiente in un palazzo-fortezza. Da allora e fino ad ora, l’Alcázar di Siviglia è il più antico palazzo reale in uso in Europa.

Palazzo del re Don Pedro

Palazzo del re San Pedro
Alcazar: il Palazzo del re San Pedro

Fino all’arrivo di Pedro I di Castiglia (“el Cruel” o “el Justiciero”), l’Alcázar di Siviglia non iniziò ad assumere l’importanza che ha oggi. Nel 1356 iniziò la costruzione del palazzo mudéjar. I migliori costruttori, artigiani, orafi e carpentieri della penisola vennero a Siviglia per questo.

Sebbene tutto sia di singolare bellezza, ci sono elementi essenziali del palazzo che non possiamo ignorare:

La copertina. Situato nel cortile di Montería, mostra un murale di piastrelle con un’iscrizione in arabo che parla dell’anno in cui l’edificio fu completato. Elegante decorazione sebka e spettacolare dappertutto.
Patio delle bambole. La leggenda vuole che il nome di questo bellissimo patio coperto da una moderna finestra di vetro sia dovuto alle facce intagliate che possiamo vedere se guardiamo da vicino. Un’altra delle origini del nome è attribuita al luogo in cui i bambini del palazzo giocavano. Qualunque cosa sia, è la prima curva che troviamo quando entriamo e ci lascia affascinati. Dicono che è fortunato a trovare tutti i volti…
Cortile delle fanciulle. Questa meraviglia, considerata un capolavoro del mudéjar andaluso, è uno degli angoli più famosi e popolari del palazzo e del complesso. Spicca la piscina centrale con i letti laterali (scoperta nel 2002). Intorno al patio, un susseguirsi di bellissimi archi semicircolari e lobati. Una delizia.
Sala degli ambasciatori. Impressionante sala che si distingue per la sua copertura: una cupola dorata con motivi arabi. Forse la stanza più importante dell’Alcázar, a causa dell’uso che ospitava, della sua bellezza e dell’eredità che ci trasmette. Nella parte superiore il soggiorno ha balconi in legno del 16 ° secolo. L’intera stanza, come di norma in Alcázar, è ricoperta di piastrelle e intonaci.

Il Palazzo gotico dell’Alcazar di Siviglia

Il palazzo gotico dell’Alcázar di Siviglia iniziò la sua costruzione nel 1254 per ordine di Alfonso X “il saggio”. Il suo stile è principalmente gotico, ma ha opere di riabilitazione e miglioramenti barocchi dopo il terremoto di Lisbona del 1755. Niculoso Pisano, il ceramista italiano con sede a Triana, ha aggiunto un’imponente pala d’altare in piastrelle all’originale cappella gotica del XVI secolo.

Oltre alla Cappella e alla Sala Grande (o alle Volte), sicuramente lo spazio più notevole del palazzo è la Sala degli Arazzi. Sei enormi arazzi (da una serie originale di dieci) con motivi della conquista di Tunisi decorano le pareti di questa stanza, che dovette essere completamente ricostruita nel XVIII secolo. I restanti quattro arazzi sono a Madrid.

Terme di Doña María de Padilla

Alcazar di SivigliaSituato in un accesso sotterraneo dal Dance Garden, le Terme di Doña María de Padilla sono uno degli angoli più magici del complesso Alcázar. È una camera sotterranea e a volta di singolare bellezza, con al centro una grande cisterna dove, si dice, l’amante di Pedro I faceva il bagno, soprattutto d’estate.

Padiglione Carlos V

Alcazar di SivigliaCompletato nel 1546, questo padiglione mudéjar e rinascimentale si distingue nel Jardin del Príncipe. Le sue piastrelle originali e soffitti a cassettoni del 16 ° secolo spiccano nell’ambiente circondato da alberi di arancio. Gli esperti affermano che tra questi aranci c’è il primo introdotto dagli arabi nella penisola nel 14 ° secolo e che produce ancora arance amare adatte al consumo. All’interno di questo padiglione c’è una piccola fontana che aggiunge freschezza all’oscurità insieme all’acqua. Nel Museo del Prado possiamo vedere un dipinto di Raimundo de Madrazo e Garreta in cui è rappresentato fedelmente.

Altri giardini e cortili dell’Alcazar di Siviglia

I giardini dell'Alcazar
I giardini dell’Alcazar di Siviglia

Lo Stagno del mercurio è una piscina situata in uno dei punti più alti dell’Alcazar e serve ad accumulare acqua per irrigare i vasti giardini del palazzo. Evidenzia la figura in bronzo al centro dello stagno dedicata al dio Mercurio. Anche impressionante e impressionante è la cascata che alimenta la piscina con acqua, quando è in funzione.

Galleria Grottesca

Dietro il Mercury Pond si trova la Grutescos Gallery. Un punto di vista che è stato costruito utilizzando un panno da parete Almohad e che deve il suo stile manierista alla decorazione che simula un ambiente marino roccioso. Spiccano anche gli archi, dove si possono vedere dipinti durante il giorno. E l’organo idraulico, qualche metro più avanti.

Organo idraulico

La Fountain of Fame è l’unico corpo idraulico funzionante in Spagna. Originale del 17 ° secolo, è uno dei quattro conservati in tutto il mondo, tre dei quali in Europa. Utilizzando tubi di piombo, il sistema funziona automaticamente ogni ora sul punto. È stato restaurato nel 2006.

Aula di tribunale e Patio del Yeso

Due splendide sale che abbiamo incontrato all’inizio della visita. Il primo fu usato dai tempi di Almohad, e successivamente con Pedro I, come sala riunioni per il consiglio e per l’amministrazione della giustizia. Accanto ad esso vediamo il Patio del Yeso, uno degli angoli più antichi del complesso architettonico Alcázar, restaurato nel 1912.

Patio de la Montería

È il cortile principale dell’Alcázar, presieduto dalla porta del palazzo di Pedro I.Sulle pareti ci sono archi semicircolari che furono abbordati nel 15 ° secolo.A destra c’erano le stanze della casa contraente.

Alcazar di Siviglia: Cortile delle bandiere

Era l’arresto reale e l’armeria del palazzo. In origine si chiamava Plaza Grande, ma Pablo de Olavide lo cambiò in quello che era popolarmente noto come spazio. Una delle foto più emblematiche della città è dall’arco di accesso alla strada Judería, che si affaccia sul cortile e con la Giralda sullo sfondo. Essenziale.

Seminterrato dell’Alcazar

Per secoli fu un magazzino e una discarica. Il Giardino Galera è quello che corrisponde all’ingresso di queste cantine, la cui comunicazione doveva essere stata effettuata al momento dell’ordine del giardino, intorno al 1574. Fino a poco tempo fa era ancora nascosto e, grazie agli interventi del Consiglio Comunale, è ora possibile contemplare e divertirsi.

Visite notturne e drammatiche all’Alcázar di Siviglia

L’Alcazar offre, in collaborazione con società esterne e in occasioni speciali, visite notturne e / o drammatiche. È molto interessante godersi un ambiente così spettacolare al chiaro di luna. E con la compagnia di quei personaggi che sono stati protagonisti della storia, non solo dell’Alcázar, ma di Siviglia e della Spagna.

Alcazar reale di Siviglia

Indirizzo: via Miguel de Mañara, s / n
Orari: aperto tutti i giorni, dalle 9:30 alle 17:00
Prezzo: da € 0
Telefono: 954 50 23 24
Prenotazioni: sito ufficiale

Di Miky