Bagni Arabi di Jaen

Guida rapida per visitare la capitale dell’olio d’oliva
Con questa rapida guida su cosa vedere a Jaen in un giorno vivrai una giornata di turismo davvero completa. Qui troverai anche informazioni su dove dormire, cosa mangiare e alcuni consigli per goderti il ​​viaggio.

Andiamo la!

Jaen è la capitale mondiale dell’olio d’oliva, e conserva nel suo cuore tutta la tradizione e la passione per questo prodotto così la nostra. Così, circondato da uliveti, non potrai sfuggire al suo fascino e alla sua sottile bellezza.

Consigli per organizzare la tua vacanza e sapere cosa vedere a Jaen

Se hai pensato di trascorrere 24 ore a Jaen è perché ti troverai sicuramente a fare un percorso attraverso la zona. O chissà, forse è arrivato il momento di godersi un weekend fuori porta. Comunque sia, ecco alcuni suggerimenti rapidi per organizzare il tuo viaggio:

Come arrivare: il modo migliore per arrivare a Jaen è in auto o in autobus. L’ aeroporto di Granada è a circa un’ora di distanza, il che lo rende abbastanza abbordabile. La città ha anche treni a Media Distanza che collegano con altre province vicine.

Cosa mangiare : la gastronomia di Jaen conserva il meglio delle tradizioni della cucina andalusa. Assicurati di provare piatti così popolari nella provincia come stracci, ajoata o galianos, ochíos o papajotes. Questi ultimi sono i veri protagonisti delle opzioni dolci a Jaen.

Cosa vedere a Jaen in un giorno? Guida veloce

Per organizzare la tua visita a Jaen con tutto da vedere in 24 ore devi tenere conto del tempo in cui farai la visita. Tieni presente che alcuni monumenti e luoghi di interesse hanno determinati orari e non vorrai arrivare quando è chiuso!

Alzarsi un po ‘presto, quindi, sarà un’ottima idea per sfruttare al massimo il tuo tempo (e ne varrà la pena, vedrai!).

Un buon punto di partenza è il popolare Barrio de San Ildefonso, allineato con il centro storico di Jaen. Durante il tour avrai l’opportunità di essere di fronte a secoli e secoli di cultura araba, moresca e cristiana.

La Cattedrale dell’Assunta

La Cattedrale dell’Assunzione è una tappa obbligatoria nella tua meravigliosa giornata a Jaen. Questa imponente cattedrale rappresenta il più grande punto di riferimento architettonico rinascimentale di questa natura in tutta la Spagna. Senza dubbio questo edificio riesce a distinguersi dalla silhouette della città, conferendo alla città la sua identità unica e inconfondibile. Potrai contemplarlo come uno spettatore eccezionale dal Cerro de Santa Catalina.

Completata nel 1724 e dopo un paio di secoli in costruzione, la Cattedrale sostituì un edificio gotico sul sito di una moschea. Il progetto è stato curato dal famoso architetto Andrés de Vandelvira, insegnante di Úbeda e Baeza, in collaborazione con suo padre Pedro de Vandelvira. Entrambi hanno reso la Cattedrale un’icona e un modello da seguire per molti edifici simili che in seguito apparvero nelle aree dell’America Latina e dell’Europa mediterranea.

Il Castello di Santa Catalina

Il Castello di Santa Catalina de Jaen da vedere, si trova sulla collina omonima e ha origine in un’antica fortezza di origine califfale del IX secolo. Secoli dopo, sarebbe stato Fernando III a decidere di innalzare la bandiera cristiana dopo la resa di Jaen al momento della riconquista (in particolare, nel 1246). Non solo troverai una vista simile in qualsiasi altra parte della città, specialmente dal Mirador de la Cruz.

Attualmente ha un centro di interpretazione dove imparerai i dettagli sulla sua storia. Molto vicino al Castello, quello che oggi è il Parador de Jáen è stato costruito negli anni ’60, che oltre agli alloggi offre mostre culturali di prim’ordine per tutti i pubblici.

Bagni arabi

I bagni arabi di Jaen furono costruiti nell’XI secolo, godendo di un’intensa attività negli anni Al-Andalus. Qualche tempo dopo la riconquista, già nel XVI secolo, il Conte di Villardompardo decise di costruire il suo palazzo su queste strutture. Per questo è necessario accedere ai sotterranei dell’attuale Palazzo Villardompardo per visitarli.

I bagni arabi di Jaen sono al primo posto per estensione dei bagni visitabili di Spagna con 450 m2. Quindi visitarli è un’occasione da non perdere durante il tuo viaggio!

La lucertola di La Malena da vedere a Jaen

Sapevi che nella città di Jaen esiste una leggenda legata a un drago? Non riveleremo molto di più sulla leggenda della lucertola di La Malena che ha lasciato in eredità fino ad oggi.

Ma vi parleremo di uno dei monumenti legati alla storia che oggi è un punto di riferimento della città. Stiamo parlando del Lagarto de la Malena.

Questa lucertola di pietra si trova nel quartiere di La Magdalena, ed è anche conosciuta come un serpente, un grande serpente, un drago o il Lagarto de Jaen. Questo è un simbolo molto popolare della città. Tant’è che è presente nella vita popolare attraverso attività culturali come il Lagarto Rock.

Quartiere San Idelfonso

Il quartiere di San Idelfonso è uno dei più tradizionali e profondamente radicati a Jaen. Situato proprio nel centro, offre ai visitatori e alla gente del posto una rete di strade affascinanti. Qui evidenziano famosi monumenti come la Plaza de San Idelfonso, la Basilica di San Idelfonso, il parco di La Alameda, la Porta dell’Angelo e la Plaza de Toros della città.

Di Miky