Cosa vedere a Granada

Granada e una delle città più belle della Spagna. Non puoi morire senza aver visitato questa meraviglia andalusa almeno una volta nella vita. Ti dico ancora di più. Né senza ripetere. Ogni viaggio attraverso Granada rivelerà diversi dettagli e percezioni di una città che non lascia nessuno indifferente. Scopri con me le migliori cose da vedere e fare a Granada in un weekend perfetto.

10 cose essenziali da fare e vedere a Granada

L’ovvio e quelli che non sono così evidenti, quelli monumentali e quelli che ci riempiono lo stomaco, quelli che ci fanno innamorare delle loro opinioni e quelli che ci abbagliano con la loro bellezza. In breve, inizieremo con le cose essenziali da vedere a Granada in un weekend, una città meravigliosa.

L’Alhambra, sempre l’Alhambra

L’unico, inimitabile e incomparabile. Oserei dire che è il monumento più bello della Spagna senza paura di sbagliare. Non ci sono parole per descrivere la bellezza, l’armonia e la pace che ispira ciascuna delle sue stanze, i dettagli geometrici, i giardini e il suono incessante dell’acqua. Amico, quell’animale curioso capace del meglio e del peggio, questa volta l’ha ricamato.

L’Alhambra non è un singolo edificio, è praticamente una cittadella che ospitava la corte del regno nasride di Granada. Non perdere nulla, non un dettaglio, non una filigrana, non una stanza. Niente! Il Generalife, il Palazzo di Carlo V, l’Alcazaba e i magnifici Palazzi Nasridi. E come! la sala più famosa di questo complesso: il Patio de los Leones.

Vicoli dell’Albaicín

La prima volta che ho messo piede nei vicoli di questo vecchio quartiere arabo di case bianche è stata una calda giornata di agosto qualche anno fa. Tutto bruciava e emanava calore intorno a me. E tutto quello che potevo fare era ripararmi all’ombra degli edifici mentre calciavo instancabilmente fino all’ultima curva. Neanche 40 gradi all’ombra potrebbero con me.

Sapevo che dovevo tornare indietro e gustarlo con calma. Ogni curva, ogni pendenza, ogni stretto vicolo cieco, ogni architrave traballante che profuma di vintage, ogni taverna e, naturalmente, ogni monumento che racconta la storia di un quartiere e di un’intera città. Non puoi andartene senza goderti la vista notturna dell’Alhambra. Questa è un’altra delle cose da vedere a Granada

La Cattedrale di Granada e le Tombe Reali

Una delle grandi cattedrali del paese e, onestamente, una delle più grandi sorprese del mio viaggio a Granada in un weekend. L’Alhambra prende tutta la fama. Perché ciò che non mi aspettavo è la maestà che trasuda questo tempio sia all’esterno che all’interno. È meraviglioso!

Attraversa il suo portale rinascimentale per scoprire un bellissimo tempio dedicato a Santa María de la Encarnación. Le gigantesche colonne classiche che adornano l’intero piano principale sono davvero impressionanti. E, oltre alle innumerevoli cappelle, non puoi perdere una visita alla Cappella Reale. Il luogo in cui si trovano le tombe dei Re Cattolici, Juana la Loca e Felipe el Hermoso.

L’ingresso alla cattedrale costa 5 euro, più il biglietto d’ingresso alla Cappella Reale di altri 5 euro. Se desideri una visita guidata dell’intero complesso religioso, puoi prenotare direttamente qui. Anche se ti dirò un segreto perché a tutti noi piace gratuitamente. Mirare bene. Puoi visitare la Cattedrale gratuitamente ogni domenica dalle 15:15 alle 16:30 e la Cappella Reale ogni mercoledì dalle 14:30 alle 17:30. Sempre sotto prenotazione in questo link.

La Carrera del Darro la strada più bella del mondo?

Dicono che sia la strada più bella del mondo, parole più grandi. Ciò che è molto chiaro è che, accanto al Paseo de los Tristes, è un posto per divertirsi ed esplorare con tranquillità in diversi momenti della giornata. Proprio questa strada, sempre parallela al fiume Darro, è quella che separa i due luoghi più importanti di Granada: l’Alhambra e il quartiere di Albaicín.

Ma perché è così carino? Ha un’aria romantica, vintage e bohémien accentuata dalla presenza di edifici storici della statura del convento di Santa Catalina de Zafra, della Casa de Castril o dei bagni arabi. Certo, sempre all’ombra della superba Alhambra che ci osserva durante la passeggiata.

Goditi l’esperienza di un bagno arabo

Questo a Granada ha due letture. Un vero bagno arabo, vecchio, con storia, con anima o un capriccio per i sensi. Meglio entrambi, vero? Ed è che Granada detiene il titolo di avere i più antichi bagni arabi in Spagna, in particolare i bagni del Bañuelo dell’XI secolo. E non ci allontaniamo troppo. Sono nella stessa Carrera del Darro.

Ma… se hai già immaginato il godimento dei nostri antenati in questi meravigliosi bagni, pensa che puoi anche pagare un tributo nella versione del 21 ° secolo. Più moderno, sì, ma non manca un po ‘di fascino. Questo è il bagno Hammam Al Ándalus. Le strutture sono incredibili e puoi approfittare delle loro ore notturne dopo le 22:00 per riprenderti dal trambusto della giornata. Che meraviglia eh? Lo consiglio a tutti. È stupefacente.

Sei diventato curioso, vero? Puoi controllare tutti i dettagli e prenotare il tuo pass per i bagni di un’ora e mezza online proprio qui.

Non dimenticare Realejo

È il quartiere che riposa ai piedi dell’Alhambra e, a volte, uno dei più inosservati. Un peccato perché se dovessi scegliere, ti direi che stiamo affrontando il mio quartiere preferito. Più tranquillo e più calmo, bello come l’Albaicín e goditi alcuni tramonti scandalosi.

Ex residenza degli ebrei di Granada, il quartiere Realejo trasuda bellezza ed eleganza. Dalla sua piazza principale e dal cuore della zona, Campo de Príncipe, dovresti iniziare la tua passeggiata attraverso il suo labirinto di ripidi vicoli o alla ricerca dei monumenti più belli, come la Casa de los Tiros o Corrala de Santiago.

Ti piace l’arte di strada?. Ottimo perché a El Realejo troverai numerose opere d’arte di graffiti stampate su pareti e muri. È davvero molto bello.

Tapas a Granada

Le tapas di Granada… Un grande piano da fare a Granada in grado di attirare tanti turisti quanti sono i suoi migliori monumenti. Ed è che in alcuni posti in Spagna c’è una cultura delle tapas come quella di Granada. Ti avverto. Stai andando fuori di testa con quella prima volta che ti vedi davanti al piatto gratuito che mettono solo per il tuo consumo. È brutale.

Ci sono molti bar di tapas da vedere a Granada. Ma quelli che mi piacciono di più sono quelli trovati ad Albaicín. Obiettivo perché questi sono alcuni dei migliori: il Minotauro (Calle Imprenta, 6), La Antigualla II (Calle Elvira, 22), La Bella y la Bestia II (Calle Cárcel Baja, 14) o Casa Julio (Calle Hermosa, 5).

Inoltre, puoi incoraggiarti a fare un tour notturno di Granada alla scoperta dei migliori angoli dell’Albaicín illuminati, indossando gli stivali con i tappi più ricchi e non preoccuparti della mappa.

Tea shop e souk, siamo ancora a Granada?

Può sembrare che ci siamo trasferiti dalla città. Ma siamo in Marocco? No, siamo ancora a Granada. Una città unica dove puoi prendere un tè o fumare un narghilè in una sala da tè nel più puro stile marocchino. Devi fare una sosta obbligatoria nella cosiddetta Calle de las Teterías, in realtà Calle de la Calderería Nueva, e lasciarti sedurre dalla sua fantastica atmosfera.

E quando hai finito, vuoi andare a fare shopping in un souk? Molto vicino alla Cattedrale troviamo l’Alcaicería de Granada. Una manciata di stretti vicoli disseminati di bancarelle di artigianato e souvenir. Certo, è un posto molto commerciale e manca l’autenticità dei suk arabi, ma qualcosa è qualcosa. Ideale per gli acquisti dell’ultimo minuto.

Le grotte e l’Abbazia di Sacromonte

Se anche Obama e la sua famiglia li hanno visitati, non puoi essere meno. Un altro dei leggendari quartieri di Granada, la culla degli zingari di Granada e dove il flamenco è religione. C’è molta arte in questo quartiere. Non mi perderei un buon spettacolo di flamenco qui. Non importa quanto possa sembrare interessante il piano, penso che ne valga la pena.

Il quartiere Sacromonte è costituito da dozzine di grotte scavate nella roccia. Oggi, molti di loro sono stati condizionati come autentici tablaos di flamenco. Ma non limitarti a rimanere nelle grotte e passare ad un altro dei monumenti più importanti da vedere a Granada. È l’ Abbazia del Sacromonte, famosa per ospitare i libri di piombo con il martirio dell’Apostolo Santiago e le Grotte Sacre.

I migliori punti di vista

Il punto di vista di San Nicola è il più emblematico della città. Sempre pieno di gente e con una buona atmosfera, questo balcone ci regalerà le migliori vedute dell’Alhambra. I tramonti qui provengono da un altro mondo. Qualcosa da vivere a Granada e molto meglio se è al suono di una chitarra.

Vale anche la pena visitare il punto di vista di Los Caravajales, o il punto di vista di San Cristóbal, entrambi ad Albaicín. In questo stesso quartiere ci sono molti bar e ristoranti con viste incredibili. Bere non sarà economico ma ne vale la pena. Né dovremmo disdegnare le opinioni ottenute dal giardino della Carmen de los Mártires.

Scopri gli angoli più sconosciuti

Questa sezione è per esploratori. Per coloro a cui piace andare un po ‘oltre. Fai attenzione, perché puoi consultare questo articolo con gli angoli più sconosciuti di Granada. Ma ti darò una piccola anteprima di ciò che puoi scoprire al di fuori dei circuiti affollati.

Accanto all’Alhambra non puoi perderti il ​​bellissimo giardino Carmen de los Mártires. Un mosaico di sculture, fontane e angoli verdi con un fascino molto speciale. Oh e completamente gratuito. Altamente consigliata è una visita all’Alcázar de Genil, al Palazzo Reale di La Almanjarra o alla bellissima Casa de Zafra. Quest’ultimo si è integrato in un percorso completo chiamato “De la Vega a la Medina”.

Di Miky