Piazza di Spagna a Siviglia

Siviglia ha diversi monumenti che brillano con la propria luce in una città piena di gioielli. Uno di questi sorge tra gli alberi del parco María Luisa , una sosta in sé obbligatoria per ogni viaggiatore. Le torri nord e sud di Piazza di Spagna a Siviglia, chiamata anche Plaza de España si profilano in lontananza come una pubblicità; una chiamata che il visitatore ignora raramente.

La piazza di 50.000 metri quadrati si trova all’estremità nord-orientale del parco. Circondata da una vegetazione lussureggiante dove i protagonisti sono pavoni, la Piazza di Spagna è un punto completamente aperto a parte.

Attraverso uno dei viali di terra che attraversa il vecchio giardino del Palacio de San Telmo, le cime degli alberi lasciano il posto al blu eterno del cielo di Siviglia. Di fronte al visitatore, un’enorme fontana appare come l’epicentro della maestosa piazza, in una vista panoramica come poche al mondo.

La Piazza di Spagna a Siviglia è un abbraccio all’America

All’inizio del XX secolo, l’Esposizione Iberoamericana a Siviglia iniziò a prendere forma . Il suo scopo era quello di mostrare un gemellaggio tra la Spagna e le sue ex colonie d’oltremare (c’era solo una presenza nel Sahara), e come segno distintivo avrebbe avuto un grande edificio. La Piazza di Spagna fu il risultato di quel progetto, la ricerca di una costruzione che avrebbe trasmesso l’anima della futura mostra.

Piazza di Spagna a Siviglia ha una configurazione semiellittica, con un edificio che domina il complesso. È una costruzione ispirata alle ville palladiane con ali curve . Le estremità delle ali sono sormontate dalle torri che si stagliano sopra gli alberi del parco.

Il visitatore sente che Siviglia estende le sue braccia (che sono le ali curve) dandogli il benvenuto. Ed è, in parte, a cosa è stato progettato l’edificio. La Plaza de España si affaccia sul Guadalquivir, l’unico modo per le colonie americane per secoli, dove estende le sue armi come gemellaggio con l’America spagnola.

Piazza di Spagna a Siviglia, l’epicentro della mostra

Laghetto piazza di Spagna
Piazza di Spagna: il laghetto e l’edificio centrale

La Piazza di Spagna fu progettata, come abbiamo già sottolineato, come l’edificio centrale dell’Esposizione Iberoamericana del 1929. Dopo aver presentato un progetto preliminare che soddisfaceva l’organizzazione, l’architetto Aníbal González fu scelto per realizzare la piazza.

La costruzione, tuttavia, impiegò più tempo del previsto, e cioè che nonostante la prima pietra fu posata nel 1914, Aníbal González apportò modifiche significative al progetto fino al 1918. Ma il problema maggiore era che i lavori semplicemente non procedevano alla velocità desiderato.

Nel 1925 Miguel Primo de Rivera, temendo che il programma desiderato non fosse rispettato, nominò un commissario reale e un governatore civile di Siviglia per accelerare il processo di costruzione.

Un anno dopo, con i fondamenti di Piazza di Spagna già conclusi, Aníbal González si dimise dal progetto e fu sostituito da José Cruz Conde . Nello stesso anno si decise che si sarebbe tenuta l’esposizione iberoamericana nell’aprile del 1929. Sebbene a prima vista i lavori fossero quasi completi all’esterno dell’edificio, all’interno c’erano molti lavori da svolgere.

Infine, il complesso è stato completato in tempo e un mese prima, il 9 maggio, la piazza è stata inaugurata con stile in una cerimonia che ha riunito le più alte autorità del paese. La mostra aveva già completato il suo edificio, che, come epicentro, era lo sfondo scelto per il poster promozionale.

Una passeggiata attraverso la Spagna

Visitare il complesso architettonico di Piazza di Spagna a Siviglia è fare una passeggiata attraverso il paese. Lungo le ali curve vi sono grandi panchine decorate con ceramiche e su di esse sono rappresentate le province spagnole.

La piazza è divisa in quattro sezioni in cui ci sono 48 province (le Isole Canarie ne avevano una sola allora e Siviglia ha rappresentazioni murali al margine) con il suo murale in ceramica, che generalmente mostra un monumento caratteristico o un momento storico specifico.

Ognuna delle sezioni del complesso monumentale ha 14 archi e sotto questi sono le rive delle province. All’inizio e alla fine di ciascuna di queste sezioni è rappresentata Siviglia, con diverse scene sui suoi festival e costumi.

Sebbene inizialmente le province fossero organizzate in ordine alfabetico, prima e dopo la mostra ci furono alcuni cambiamenti. Uno di loro venne a cambiare la sponda della Navarra per Pamplona, ​​alterando così l’ordine alfabetico.

La maggior parte di questi cambiamenti è dovuta al fatto che la Piazza di Spagna è stata progettata con un interesse propagandistico. Voleva catturare un’immagine di unità e armonia , e alcune scene esposte in queste banche erano considerate inadatte a questi interessi. Tale era il caso di Navarra, dove era rappresentata la morte di García IV, e fu modificata dall’attuale divisione del Regno.

Anche se potrebbero non essere l’attrazione principale o più sorprendente di questa zona della piazza, sulle rive c’è un’altra importante mostra dalla Spagna. Tra gli archi vediamo busti di alcuni dei personaggi essenziali della nostra storia . Possiamo vedere Seneca, Quevedo, Fray Bartolomé de las Casas, Magallanes, Carlos V , Velázquez e Castelar, tra gli altri.

Uno dei maggiori esponenti dell’architettura regionalista

Piazza di Spagna foto storica
Piazza di Spagna foto storica

Alla fine del XIX e all’inizio del XX in Spagna, si discusse in contesti accademici se il paese dovesse avere uno stile architettonico caratteristico.

In parte come rifiuto del modernismo e in parte come ricerca di radici, sono emersi diversi movimenti regionalisti. Qualcosa che potrebbe essere definito come uno storicismo locale, e di cui la Piazza di Spagna è uno dei maggiori esponenti e, senza dubbio, il più importante dell’Andalusia .

Per Aníbal González, il Rinascimento architettonico era molto importante, ed era particolarmente interessato ai trattati di Andrea Palladio , che si ispirò al disegno del piano della piazza.

Fu così che l’area fu costruita con una grande navata centrale da cui partono due ali curve, con altre due navate nel mezzo e le due torri che chiudono il complesso.

Oltre alle piastrelle di ceramica , di importanza e tradizione storica senza eguali a Siviglia, l’altra caratteristica principale dell’edificio è il mattone a vista, che conferisce alla piazza un aspetto mudéjar.

Le torri

Insieme all’ordine rinascimentale che regna in tutto il complesso, le torri lo completano con un aspetto più barocco, tanto che si adattano perfettamente al campanile di molte chiese barocche. In effetti, alcuni accademici sivigliani si opposero al progetto sostenendo che avrebbero oscurato la Giralda (qualcosa che si sarebbe ripetuto con il ponte Alamillo, il ponte del Centenario o la più recente torre Pelli).

Delimitando l’interno delle ali c’è un canale attraversato da quattro ponti, che rappresentano Castilla, León, Aragón e Navarra . È difficile, se non impossibile, scegliere qualcosa tra l’intero complesso architettonico, ma il canale è difficile da ignorare.

Dona alla piazza un elemento unico e rafforza questa idea di gemellaggio tra metropoli e colonie, uniti da un viaggio attraverso l’acqua su un pianeta sferico. Che personaggi come Colombo e Magellano siano rappresentati nella piazza non fa che rafforzare questa idea.

Deve visitare e scena del film

La Piazza di Spagna di Siviglia non solo divenne il luogo emblematico dell’Esposizione Iberoamericana del 1929, ma dalla sua inaugurazione si è affermata come uno dei monumenti più importanti di Siviglia . Vicino al centro città e situato all’interno del parco María Luisa, è un luogo ricorrente per i sivigliani e un must per i turisti.

Tuttavia, offre più possibilità che visitare le rive o le gallerie porticate per vedere i suoi ricchi soffitti a cassettoni. Il servizio in barca per navigare sul canale è una delle sue principali attrazioni e, sebbene la maggior parte degli edifici sia chiusa al pubblico, una delle navi ospita il Museo Militare Storico di Siviglia.

Sebbene le torri di Piazza di Spagna a Siviglia (Plaza de España) non ombreggino la Giralda, brillano con la loro luce in una città che non è a corto di monumenti. Ha attirato così tanta attenzione da essere stata una scena cinematografica in quattro occasioni . Gli spettatori lo hanno visto sul grande schermo in Lawrence d’Arabia, Il vento e il leone, Il dittatore e in Star Wars.

Come gruppo che riunisce diverse eredità culturali e come progetto di gemellaggio con le ex colonie spagnole, la Piazza di Spagna a Siviglia è una visita molto interessante. Il passare del tempo ha dimostrato che è anche un complesso architettonico che ha guadagnato l’etichetta di intramontabile . Siviglia ha arricchito così tanto che un viaggio non sarà mai completo senza una passeggiata attraverso una delle piazze più belle del mondo.

Di Miky