Promotori

Cinque le cooperative sociali che hanno firmato questo progetto e che si sono distinte per capacità imprenditoriali nel corso degli ultimi anni:

  • la coop. soc. Alice, capofila, attiva  nei carceri di S. Vittore e Bollate affiancata dalla coop. soc. Camelot
  • la coop. soc. Uno di Due titolare del brand Papili Factory, operante nell’ex carcere di Vallette, ora Lorusso e Cutugno di Torino
  • la coop. soc. Officina Creativa e 2nd Chance artefici del successo del marchio Made in Carcere e operanti negli istituti penitenziari pugliesi di Lecce e Trani.

Accanto a loro anche l’esperienza manageriale del Consorzio Sir di Milano e il supporto di due partner di eccezione: Banca Prossima e l’Università Bocconi di Milano.

Altri brand, a cui fanno capo altrettanti carceri in tutta Italia, parteciperanno al progetto unendo i laboratori sartoriali sotto il marchio Sigillo.